APH Gaming intervista YuriZ9!

Diamo oggi il benvenuto a uno degli streamer più presenti del panorama APH e uno dei protagonisti degli eventi settimanali organizzati dalla nostra ASD per tutti gli associati GEC - Giochi Elettronici Competitivi: YuriZ9.Ciao Yuri, prima di iniziare vorremmo conoscere qualcosa in più di te: come ti chiami, di dove sei e quanti anni hai.YuriZ9: Ciao a tutti! Innanzitutto vi ringrazio per avermi contattato per l’intervista. Mi chiamo Yuri, sono di Roma e ho 24 anni.Raccontaci della tua esperienza di streaming su APH Gaming: come ti trovi con la community?Y: Sinceramente all’inizio ero titubante perché pensavo fosse come tante altre community dove difficilmente si ottiene confidenza. Contrariamente alle aspettative ho conosciuto quasi da subito tutti gli streamers APH e devo dire che sono persone fantastiche e disponibili per qualsiasi tipo di collaborazione. Quindi, salvo giganti stravolgimenti, da qui non mi muovo!Quali sono i titoli che proponi in streaming oltre League of Legends? Quali ti piacerebbe portare sullo schermo?Y: Prima dell’inizio della season 6 ho giocato e streammato molto H1Z1 King of the Kill. Ora l’ho un po’ abbandonato dopo l’uscita di The Culling, secondo me molto più divertente. Streammo anche Rocket League e mi piacerebbe portare in streaming anche giochi come The Division ma al momento risulta impossibile a causa del PC che comincia ad essere vecchiotto. Col tempo, e con un PC nuovo, i titoli saranno sicuramente molti di più.Quali dovrebbero essere le aspettative di uno spettatore guardando il tuo streaming?Y: Divertirsi e passare del tempo in mia compagnia e in compagnia della chat, e magari imparare qualcosa. Il mio obiettivo è creare una mini community, all’interno del mio canale, che si diverta guardandomi giocare e che stia bene nel parlare con il resto degli spettatori. Per quanto riguarda l’imparare qualcosa sono dell’idea che tutti possano imparare da chiunque. Soprattutto per quanto riguarda i giochi nuovi che il pubblico non conosce! Su League of Legends cerco di insegnare qualcosa anche se non sono assolutamente tra i migliori giocatori sulla piazza.L’arrivo (finalmente) della fibra e della linea ADSL veloce permette a chiunque di fare streaming: come pensi che possa riuscire un streamer a distinguersi fra la massa?Y: Cogliendo la differenza fra “Imitare” e “Prendere spunto”. Imitare è sbagliato, significa che esiste già una persona che fa quello che fate voi, non ne serve un’altra. Prendere spunto è diverso ed è la via corretta, a mio avviso. Ma per distinguersi veramente l’unica soluzione è sfruttare la propria creatività.Quali consigli daresti a chi è alle prime armi con lo streaming e vorrebbe iniziare?Y: Prima di cominciare bisogna porsi un obiettivo. Streammare senza un traguardo, secondo me, non ha senso. Ci sono obiettivi ed obiettivi: il mio l’ho spiegato qualche domanda fa, poi c’è chi vuole arrivare ad un TOT di visualizzazioni al giorno, c’è chi vuole arrivare a guadagnare qualcosa. Lo streaming vi porta via del tempo, qualunque sia il vostro obiettivo dovete gestirlo al meglio, organizzando mensilmente o settimanalmente gli orari in cui sarete in diretta, provando a mantenerli. Cercate di avere costanza nel farlo e non fatelo solamente quando vi va (questo lo dico io in particolare perché ho passato questo momento ed ha fatto malissimo allo streaming), la costanza prima di tutto! Per quanto riguarda l’attrezzatura rimediate solamente un buon microfono che non faccia sentire altro che la vostra voce e una webcam: il pubblico desidera vedere le vostre reazioni!Pensi che la collaborazione tra streamer sia fondamentale per la crescita della community o potrebbe invece rappresentare un ostacolo?Y: Da piccolo streamer io la vedo come un fattore fondamentale: i grandi streamers potrebbero non essere d’accordo perché se sono arrivati a un certo livello è per merito loro. Tuttavia,  penso sia meglio per la community che tutti quanti abbiano la possibilità, qualche volta, di essere notati da una gran fetta di spettatori in modo da fornire loro una grande varietà di spettacolo. Twitch.tv ha messo a disposizione di tutti il comando “host” che permette di far vedere un altro canale tramite il proprio: bisognerebbe iniziare ad utilizzarlo di più, magari anche a favore di chi non ha moltissime views.Come hai conosciuto APH Gaming? Come mai l’hai scelta?Y: Più di una persona mi ha parlato di APH Gaming, alcune ne fanno ancora parte. Venivo da un’altra community con ideali diversi dai miei, mentre APH Gaming mi sembrava più vicina a cosa volevo realmente! Ho provato e non me ne pento. Dietro APH Gaming non c’è solamente il competitivo, c’è una grande e bella community che ti tiene compagnia per tutta la settimana, nello streaming e fuori lo streaming. La cosa che più mi trattiene qui è la continua crescita e la continua “evoluzione” dell’associazione! Eventi, sponsorizzazioni, collaborazioni, tutte novità che non mi sarei aspettato in così poco tempo. E' indubbiamente merito di persone che mettono ore ed ore a disposizione di APH Gaming. Quindi consiglio APH Gaming a tutti perché veramente non manca nulla e non sarete mai abbandonati a voi stessi!Per chi ancora non ti conoscesse puoi elencarci quando e dove possiamo trovarti in streaming?Y: Mi trovate in streaming la sera, solitamente dalle 22. I giorni non possono essere fissi perché, “purtroppo”, i vari tornei di calcio mi tengono impegnato almeno due sere a settimana in giorni sempre diversi. Cercherò in qualche modo di offrire anche qualche streaming pomeridiano. Per questo pubblico sulla pagina facebook, ogni domenica sera o lunedi mattina, il programma e gli orari della settimana. In ogni caso mi trovate live sul canale APH Gaming ASD ogni lunedi sera dalle 21.30 con l’evento! Grazie ancora per l’intervista, spero vi sia piaciuta!Grazie a te per la disponibilità e la cortesia. E voi non dimenticate di supportare YuriZ9 sulla sua pagina Facebook!
 
Leggi di più...